Il mese del pride è vicino, ma purtroppo quest’anno non possiamo celebrarlo come siamo abituati a fare. Molti brand, però, si sono attivati per cercare una soluzione e l’hanno trovata utilizzando metodi alternativi alla parata. Tra questi c’è Calvin Klein. Vediamo cosa ha fatto.

#PROUDINMYCALVINS

La campagna #PROUDINMYCALVINS è stata lanciata da Calvin Klein con l’obiettivo di celebrare l’amore e la diversità in un momento così delicato per tutto il mondo. I protagonisti scelti sono personaggi famosi queer e interessati alle questioni che riguardano la comunità LGBTQ+. Tra questi ci sono: Chella Man, MaryV, Tommy Dorfman, Jari Jones, Mina Gerges, Gia Woods, Reese King, Ama Elesser e Pabllo Vittar.

Pabllo è la prima drag queen ad essere stata protagonista di una campagna globale ed è un traguardo importantissimo per lei, la quale ha dichiarato che quando indossa la sua parrucca, le sue ciglia finte e il suo make-up si sente felice perché può essere sé stessa ed essere il volto di una campagna così importante, facendo ciò che la rende felice, è senza dubbio motivo di orgoglio.

Il fotografo della campagna, Ryan McGinley, ha detto: “Utilizzando un cast che copre l’intero scenario LGBTQ+, volevamo assicurarci che l’intera comunità si sentisse rappresentata, inclusa e celebrata. Il mio obiettivo è sempre quello di creare foto oneste che si colleghino allo spettatore sul livello umano e mostrare il potere e la vulnerabilità dei soggetti come esseri umani.”